Il Parlamento EU favorisce la Cessione del Quinto

Il Parlamento EU favorisce la Cessione del Quinto

22/Giugno/20

Il Parlamento EU in data 18/06/2020 ha deliberato che l’assorbimento di capitale associato alla Cessione del Quinto scenderà dal 75% al 35%. La modifica riguarda già i portafogli che le banche e le finanziarie avranno in essere al 30 giugno 2020.

Per le banche e le finanziarie specializzate nella Cessione del Quinto Dentista la delibera del Parlamento EU comporta vantaggi di grande valore in quanto piuttosto che accantonare il 75% a fronte dell’erogazione della Cessione del Quinto accantoneranno solo il 35%. Questo permetterà a banche e finanziarie di avere maggiore liquidità e di conseguenza l’opportunità di finanziare più clienti per le cure dentali.

Il motivo per cui Parlamento UE ha scelto di favorire la Cessione del Quinto Dentista tra gli altri prestiti è molto semplice. La Cessione del Quinto Dentista è prestito privilegiato in quanto comporta una minore esposizione al rischio da parte dell’ente erogante rispetto alle altre tipologie di credito al consumo per due particolari motivi:

-  si tratta di crediti coperti per legge da garanzie assicurative che tutelano il rimborso del capitale residuo alla banca o istituto finanziario erogante, in caso di perdita del posto di lavoro o di premorienza del cliente;

-  le rate per il rimborso del prestito sono direttamente trattenute dallo stipendio o dalla pensione da parte del datore di lavoro o dall'ente pensionistico e vengono periodicamente versate da quest’ultimi all'ente erogante per conto del cliente.

Fonte: Assofin - comunicato del 19/06/2020: Adozione da parte del Parlamento UE 
della Proposta della Commissione UE "COVID-19 banking package": modifica della CRR
con anticipazione del termine di applicazione del trattamento più favorevole per i
portafogli di CQSP.

 

Vantaggi per le banche, per dentisti ed odontoiatri e per i loro clienti

La delibera del Parlamento EU ha posto ancor di più l’accento sulla convenienza della Cessione del Quinto Dentista, sia per le banche che per i richiedenti di tale prestito. Tale convenienza comporterà l’ingresso sul mercato di più competitor, a tutto vantaggio del mercato e della clientela. È dato noto che maggior offerta è sinonimo di maggior concorrenza, che determinerà sicuramente una riduzione dei tassi di interesse.

Il risultato sarà un guadagno collettivo dove le banche disporranno di più liquidità per l’erogazione delle Cessioni del Quinto Dentista, per tale motivo gli acquirenti avranno maggior possibilità di essere finanziati e quindi i professionisti del settore, quindi dentisti ed odontoiatri, aumenteranno il volume delle prestazioni eseguite.

La Cessione del Quinto Dentista è un prestito molto utile per finanziare le cure dentali in quanto permette di non trascurare la cura della propria persona senza compromettere i propri bilanci. Con la novità introdotte dal Parlamento EU sicuramente questo prestito riscuoterà ancora più successo permettendo ai professonisti del settore una buona ripartenza nonostante il periodo post crisi.